Pubblicato il Lascia un commento

Patate e cruschi: un’insalata lucana!

Uno dei piatti più rappresentativi della storia della gastronomia della Basilicata è senza dubbio il seguente: patate e cruschi. Rappresenta un ricco contorno con il noto peperone che veniva consumata ampiamente già diversi decenni fa. Il motivo sta nel fatto che gli ingredienti sono pochi ed erano alla portata di tutti.

Una ricetta molto semplice nella preparazione, ma estremamente saporita e perfetta da consumare da sola o con carne e pesce.

Oggi vi presentiamo un’autentica prelibatezza lucana.

Ingredienti e dosi per patate e cruschi.

Come sempre, presentiamo la ricetta con dosi per quattro commensali.

Veniamo adesso ai pochi passaggi necessari.

La preparazione.

Per prima cosa bisogna far bollire le patate per dieci minuti o anche meno, a seconda del tipo di pentola, perché si ammorbidiscano per bene senza che si rovinino. Quindi sbucciatele e tagliatele a fettine, dunque mettetele da parte.

In una padella versate dell’olio e friggete i peperoni un po’ per volta. Lasciate loro solo il tempo di gonfiarsi un po’, altrimenti potrebbero bruciarsi. Una volta fatto, scolateli in un vassoio con della carta assorbente e tenete da parte loro adesso.

A questo punto dovrete cuocere le patate, a fiamma abbastanza vivace, nella stessa padella dove avete fritto i peperoni. Quindici minuti saranno abbastanza perché le patate siano dorate, allora non vi resterà che correggerle con il sale e saltarle con i cruschi. Spegnete il fuoco e servite patate e cruschi.

In pochissimo tempo ecco pronta un’autentica prelibatezza, buona anche da conservare in frigo ma da consumarsi al massimo il giorno dopo.

La famiglia di Antica Salumeria del Corso vi augura buona cena con questo secondo che fa del gusto e della semplicità le sue caratteristiche principali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.