Pubblicato il Lascia un commento

Novità in tavola: la carbonara lucana!

C’è bisogno di una buona dose di coraggio per reinventare un piatto storico italiano, ma non serve a nulla volersi distinguere senza il coraggio di farlo. Questo deve essere stato il pensiero del nostro amico Luciano Loguercio quando ha immaginato la sua splendida carbonara lucana.

Gli ingredienti

Oggi noi di Antica Salumeria del Corso veniamo a presentarvi questo piatto eccezionale, figlio di soli prodotti del posto. Le dosi che riportiamo, come al solito, sono per quattro persone.

Quindi andiamo a scoprire insieme come preparare questo primo stupefacente.

La preparazione

Per cominciare mettete a cuocere la pasta, consigliamo di rispettare i tempi perché la pasta risulti al dente. Nel mentre, fate rosolare la salsiccia dopo averla sminuzzata per bene e in una ciotolina sbattete i tuorli e l’uovo con del pecorino grattugiato, il sale e il pepe.

Una volta che la salsiccia sarà ben rosolata, orientativamente dopo sette o otto minuti, aggiungetevi la pasta. Dovrete fare molta attenzione affinchè il salume e la pasta siano pronti contemporaneamente, solo così potrete condire per bene. Quindi versate il composto di tuorli e uovo sugli anelli, facendo in modo che si rapprenda quanto basta e senza creare grumi.

Servite subito e, una volta in tavola, condite il piatto con le scaglie di canestrato e i peperoni cruschi sbriciolati.

Per questo piatto sublime rammentiamo alcune accortezze legate alle uova. Tiratele fuori dal frigo prima di iniziare perché non siano fredde, bensì a temperatura ambiente e aggiungetele alla pasta alla fine e a fuoco spento perché non si cuociano.

Certi che saprete apprezzare questa rivisitazione in chiave lucana della carbonara, ringraziamo la trattoria Trase ca t’ammudd, nella persona di Luciano Loguercio, per questa ricetta originalissima.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *