Pubblicato il Lascia un commento

Spaghetti alla Gricia

Settimane fa vi parlammo di cioccolatini cacio e pepe, opera del nostro caro amico Marco Barisano, cosa presentarvi dopo se non gli Spaghetti alla Gricia? La Pasta alla Gricia, infatti, è generalmente considerata come una storica evoluzione della cacio e pepe e come la madre dell’amatriciana. Una ricetta, quindi, da considerarsi assolutamente fra quelle storiche della cucina italiana, oltre che romana.

Un primo piatto decisamente semplice, secondo la leggenda nato ad Amatrice, diversi secoli fa, dall’utilizzo dei prodotti che rappresentavano la principale fonte di sostentamento dei pastori: pasta, formaggio, strutto. Quindi è da quì che nacque un piatto talmente simile alla gricia da farci credere che queste siano le sue origini.

Ma veniamo a ingredienti, dosi e preparazione!

Come preparare gli spaghetti alla gricia?

La nostra non sarà una gricia originale, perché riteniamo che il nostro Canestrato, un formaggio unico per caratteristiche e gusto, possa sposare bene questa ricetta, ragion per cui ci scusiamo preventivamente con i tradizionalisti.

Gli ingredienti, per quattro persone, per preparare la nostra personalissima gricia sono i seguenti:

Mettete a scaldare lo strutto, cui aggiungerete il guanciale tagliato à la julienne, lasciandolo rosolare fin quando non è croccante e il grasso ben dorato.

Quindi fate cuocere gli spaghetti, in alternativa anche una pasta corta come i nostri Rigatoni và più che bene. La pasta, ovviamente dovrà essere scolata al dente e bisognerà tenere da parte un po’ di acqua di cottura.

Scolate la pasta direttamente nella padella del guanciale e amalgamate tutto aggiungendovi il canestrato, il pepe e l’acqua di cottura.

Infine servite gli Spaghetti alla Gricia spolverando con ancora un poco di formaggio grattuggiato.

Un primo piatto semplice e gustosissimo per augurare a tutti i nostri clienti buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.